Leànt Curtefranca Bianco Bio - Ronco Calino

  • Codice articolo: V GRONC9
  • Venduto e spedito da: eticastore srl - Brescia
  • Tempo medio di consegna giorni: 2 - (sabato e festivi esclusi)
Seleziona la quantità
12,50 €
Quantità
Disponibile

  Spedizione

Costo spedizione a partire da € 3,00 - Consegne in 24 ore e per le isole in 48/72 ore

  Pagamenti Sicuri

Con PayPal puoi pagare con qualsiasi carta: Carta di Credito, PostaPay o PrePagate

  Rimborsi Immediati

Rimborsi dei resi immediati dopo verifica dell'integrità dell'articolo in tutte le sue parti

Caratteristiche:
VINIFICAZIONE: raffreddamento, spremitura soffice delle uve, fermentazione in vasche d'acciaio inox termocondizionate alla temperatura di 13-14°C. La maturazione avviene solo in acciaio a contatto con i lieviti di fermentazione e la separazione dagli agenti fermentativi si verifica poco prima dell'imbottigliamento.
Vino giallo paglierino tenue con riflessi verdognoli.
Al naso balzano subito note di frutta (ananas, mela, pesca, albicocca) e di fiori bianchi e gialli (acacia, caprifoglio e gelsomino) ed evolve in una ricca percezione di note vanigliate e speziate di pepe rosa, zafferano e foglia di agrumi. E' un vino di buona struttura con il giusto equilibrio tra sapidità e garbata morbidezza.

Abbinamenti:
Con il pesce, aperitivo, formaggi a pasta molle, insalatone estive

Dettagli:

  • Tipologia: vino bianco
  • Denominazione: leànt curtefranca bianco bio
  • Uvaggio: 100% chardonnay
  • Resa uva per ettaro quintali: 80
  • Grado alcoolico: -
  • Contenuto cl: 95
  • Temperatura di servizio: 15-16°C
  • Annata: 2017
  • Produttore: Ronco Calino società agricola srl - Adro (BS) Italia

Il produttore:
Ronco Calino è un’oasi in Franciacorta. Un rifugio nascosto, dominato dai suoni e dai colori della Natura, dove il tempo sembra rallentare e dove cura, rigore e capacità di attesa sono le condizioni per creare Franciacorta dalla personalità autentica e complessa, vivace e luminosa come il luogo speciale in cui nascono.
Il luogo del cuore esiste, e per Paolo Radici, industriale innamorato del vino, l’ispirazione arriva visitando la splendida dimora in abbandono di Arturo Benedetti Michelangeli, genio pianistico del Novecento. La residenza è circondata da dieci ettari di filari, posati su una straordinaria valletta: qui nasce nel Duemila la cantina, un’elegante casa del vino tra le vigne.
La casa del pianista Arturo Benedetti Michelangeli domina la valletta. Il genio bresciano del pianoforte, persona schiva e sensibilissima, fu rapito dalla bellezza del luogo e lo scelse come rifugio. Nel 1996 la dimora del virtuoso ha trovato un altro eccellente abitatore: Paolo Radici. L’industriale bergamasco era alla ricerca di una residenza appartata, ma vicina ai suoi affari cittadini: il fascino della dimora lo conquistò. <br>Il poggio era circondato da un grande vigneto, la cui visione risvegliò il suo sogno giovanile di fare vino per sé e per gli amici. Nel 1999 Radici iniziò la costruzione della cantina ai piedi della collina. Oggi quegli amici sono un club di appassionati sempre più numeroso: merito dell’impegno instancabile in vigna e in cantina e del lavoro entusiasta della moglie Lara Imberti Radici che, avvicinatasi nel 2002 al progetto Ronco Calino, se n'è innamorata, divenendo la prima ambasciatrice del marchio nonché l'anima delle iniziative che ne vivacizzano il quotidiano. Nel suo lavoro, Lara è affiancata da collaboratori di spessore: Leonardo Valenti, enologo, e Pierluigi Donna, agronomo. I consulenti operano a stretto contatto con il team di Ronco Calino: Anna Zanardini, Silvia Ghilardi, Graziano Buffoli, Daniele Martinelli e Paolo Serioli. Un gruppo di lavoro che, con un’età media inferiore ai 30 anni, incarna lo spirito della Franciacorta contemporanea: vivace, ambizioso, appassionato.

V GRONC9
72 Articoli

Riferimenti Specifici

Potrebbe anche piacerti